8/01/2014Expo 2015

Lupi: pronti seicento milioni di euro per le grandi opere di Expo 2015

Expo Cantiere
Expo Cantiere

Se è vero che l’obiettivo delle 140 adesioni tra i Paesi stranieri è stato raggiunto con facilità, l’Italia è ora sotto i riflettori mondiali ed è diffuso un certo scetticismo circa l’ultimazione delle grandi opere strategiche in tempo utile per l’inaugurazione di Expo 2015. Ma il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Lupi fuga ogni dubbio: «Abbiamo sbloccato oltre seicento milioni di euro – in parte recuperati da opere mai partite al Sud, oltre che da progetti come la Terzo Valico e la Torino-Lione – mettendo così in sicurezza la Tem, la Rho-Monza, gli interventi necessari a Malpensa, la linea 4 della metropolitana di Milano con la minitratta di Linate e il parcheggio di Cascina Merlata».

Ma perchè Expo 2015 sia davvero un successo per l’intero Paese, non basta arrivare puntuali alla grande sfida: «Dobbiamo usare i mesi che ci restano – continua Lupi – per promuovere senza sosta il Sistema Italia; Expo porterà sicuramente benefici notevoli a breve termine grazie, per esempio, ai posti di lavoro creati da cantieri e padiglioni, ma perché la manifestazione ci garantisca un ritorno anche nel medio e lungo periodo, è necessario, nel frattempo, promuovere tutte le nostre eccellenze: è proprio questo il lavoro più importante che ci attende adesso».

 

print mail Google plus twitter linkedin facebook