15/04/2014Expo 2015

Expo, l’effetto Obama-Renzi fa volare l’ottimismo

Matteo Renzi e Barack Obama
Matteo Renzi e Barack Obama

Non solo cresce l’interesse degli italiani nei confronti di Expo, con un boom del 50% in un solo mese, ma aumenta pure l’ottimismo, che vede positivi il 69,2% degli italiani e il 58,7% dei milanesi (+13,6% in un mese). Il merito di questa ventata di “buonumore” è dovuto in primo luogo all’effetto “Obama e Renzi”, o meglio delle dichiarazioni dei leader sulla manifestazione. A motivare l’ottimismo, cresce la motivazione “partnership internazionali”, legata alla visita del presidente USA, dal 40 al 47% a Milano e dal 54 al 56% in Italia. L’altra motivazione è la prospettiva dell’aumento del turismo (+3,2% a Milano). 

Ecco i principali dati emersi da un’analisi della Camera di commercio di Milano attraverso Voices from the Blogs, spin off dell’Università degli Studi di Milano, e condotta sul web durante il mese di marzo. “A quasi un anno dall’appuntamento con il 2015, Expo sta conquistando sempre più l’interesse degli italiani e progressivamente quello del mondo – ha dichiarato Carlo Sangalli, presidente della Camera di commercio di Milano –. L’Esposizione universale deve diventare il simbolo concreto e visibile del rilancio economico e morale del nostro Paese. Ce la possiamo fare. La visita del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, è un segnale forte e positivo che aumenta la percezione della centralità di questo importantissimo evento. Ma soprattutto è una ventata di fiducia per le nostre imprese che stanno investendo e che investiranno nell’Esposizione Universale". 

Altrettanto interessante la ricaduta di Expo Milano 2015 sull’economia milanese: 102mila i posti di lavoro che saranno attivati, 27mila nel resto della Lombardia su un totale nazionale di 191mila. 

print mail Google plus twitter linkedin facebook