16/07/2014Expo 2015

Expo, al via i lavori al Padiglione Ceco: l’acqua il tema principale

Il Padiglione della Repubblica Ceca
Il Padiglione della Repubblica Ceca

Dopo la consegna ufficiale del lotto di terreno al Commissario Generale della Repubblica Ceca per Expo Milano 2015, Jirí Frantisek Potužník, tutto è pronto per l’inizio dei lavori. Il Padiglione del Paese, ampio 550 metri quadri sarà costruito a moduli, secondo il progetto dello studio di architettura Chybik&Krystof. In contemporanea inizierà nella città di Vizovice la produzione dei moduli che verranno trasportati a Milano e assemblati, tra settembre e ottobre, in sole sei settimane.

Sarà l’acqua il filo conduttore scelto dalla Repubblica Ceca per la sua partecipazione a Expo 2015. Perfettamente in linea con il tema Nutrire il Pianeta Energia per la Vita, il concept del Padiglione Ceco è ambizioso e hi-tech. “Il nostro sarà l’unico, tra i Padiglioni di Expo Milano 2015, ad essere circondato su due lati dal canale che scorre nel sito espositivo oltre ad ospitare una grande vasca” racconta il Commissario Generale della Rappresentanza Ceca. Che prosegue: “L’acqua non è solo il simbolo della Repubblica Ceca, paese spartiacque dell’Europa, ma anche l’elemento che ha modellato la forma delle nostre regioni e delle città: ci sembrava importante che diventasse parte integrante dell’Esposizione, consentendoci di presentare al mondo i nostri migliori brevetti, tra cui le nanotecnologie applicate alla depurazione delle acque, in linea con il tema di Expo Milano”.

Altra caratteristica fondamentale del Padiglione è il suo basso impatto ambientale e soprattutto la sua “riciclabilità”: dopo Milano, la struttura ritornerà in patria diventerà un asilo modulare, mentre la piscina farà parte di un progetto di recupero dei lungofiumi di Praga.

print mail Google plus twitter linkedin facebook