25/07/2014Expo 2015

Per l’Expo Milano mette tutti in bicicletta

BikeMi
BikeMi

Obiettivo, rendere la Milano dell’Expo la principale città al mondo a vantare un sistema di bikesharing integrato. Un traguardo raggiungibile grazie all’accordo appena firmato fra il sindaco di Milano, Giluano Pisapia, e dal Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti. In virtù dell’intesa, alle 199 stazioni dell’attuale sistema di bike sharing milanese BikeMi si aggiungeranno altre 80 nuove stazioni e arriveranno in città 1.000 biciclette a pedalata assistita per complessive 3.500 due ruote.Le nuove stazioni di sosta e le mille biciclette a batteria saranno messe a disposizione di tutti i visitatori che vorranno raggiungere agevolmente il sito di Expo, evitando code in macchina e problemi di parcheggio.

Lo stanziamento del ministero dell’Ambiente è di oltre 4 milioni di euro. Il progetto ha l’obiettivo di incrementare una nuova mobilità urbana sostenibile e pulita favorendo sempre più l’impegno dei cittadini verso pratiche quotidiane che rispettino l’ambiente attraverso, ad esempio, la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra. 

Sottolinea il ministro Galletti: “Sono contento di chiudere la mia tournée milanese con la firma di questo accordo. In Italia abbiamo già fatto molto per diminuire le emissioni di Co2 e una delle leve su cui dobbiamo insistere è quella della riduzione del traffico e dei veicoli inquinanti. Trovo che il sistema adottato da Milano sia innovativo e da esportare in altre realtà”. Milano, con il suo piano di bike sharing integrato, grazie anche alla vetrina dell’Expo, diventa un modello di sostenibilità da replicare in tutto il Paese.

print mail Google plus twitter linkedin facebook