Milano Expo 2015 The experience of made in Italy

TEMI EXPO 2015

I temi Expo 2015 saranno legati al concetto "Nutrire il pianeta, energia per la vita". Saranno nove, esplicati da altrettanti Cluster: Cereali, Riso, Spezie, Cacao, Frutta, Caffè, Legumi, Zone Aride, Mare e Isole, Bio-Mediterraneo.
L'Organizzatore interpreterà i temi Expo tramite cinque aree tematiche: il Padiglione Zero, il Parco della Biodiversità, il Future Food District, il padiglione Art & Food e Children Park.

CLUSTERS

FRUTTA E LEGUMI

Che la si voglia chiamare “dieta mediterranea” o meno, frutta, verdure e legumi costituiscono una parte fondamentale dell’alimentazione quotidiana di gran parte della popolazione mondiale, soprattutto per il loro essenziale apporto di fibre e vitamine. Oggi, peraltro, il commercio ortofrutticolo costituisce il nerbo principale dell’economia agricola mondiale e un importante volano soprattutto per i mercati dei Paesi in via di sviluppo. L’Expo 2015 celebra queste colture con un padiglione tematico, strutturato come una città punteggiata da numerosi alberi da frutto, nella cui piazza si raccolgono gli stand espositivi dei diversi Paesi, nonché un palco dedicato agli eventi e diversi allestimenti tematici a sottolineare le peculiarità di ciascuna coltivazione.

SPEZIE

Prima ancora che con il cibo, le spezie hanno a che fare con la cultura. Sin dall'antichità sono state sì usate per condire e aromatizzare le pietanze, ma anche come medicamenti, come essenze per profumare la persona e l’ambiente, persino come “catalizzatori” di riti religiosi o come elementi simbolici all'interno di cerimoniali di ogni genere. A questi preziosi aromi è dedicato un padiglione che mira a esaltare l’esperienza sensoriale del visitatore, presentandogli le spezie racchiuse in teche trasparenti e illustrandogliene i metodi di coltivazione con l’ausilio di grandi vasche. Tutt'intorno, fanno bella mostra di sé le mappe che raffigurano gli itinerari seguiti dagli esploratori di tutto il mondo alla ricerca delle preziose droghe.

ISOLE

I Paesi insulari racchiudono ecosistemi assolutamente peculiari, caratterizzati da una straordinaria ricchezza di risorse alimentari: secondo numerosi studiosi, il patrimonio ittico del Sud Pacifico, delle Indie Occidentali e dei mari dei Caraibi potrebbe addirittura costituire una valida soluzione alla scarsità di cibo che attanaglia gran parte del pianeta. Allo stesso tempo, l’esportazione di pesce e di altri frutti del mare gioca un ruolo centrale nell'economia della gran parte dei Paesi insulari, che, però, spesso sfruttano in modo incontrollato tali risorse, al punto da comprometterne il ripristino nel lungo termine. Questi (e molti altri) sono i temi trattati dal cluster tematico “Isole”, che proprio delle isole ha anche tutto l’aspetto: due grandi padiglioni uniti da una copertura frangisole in bambù e disseminati di fontane, vasche d’acqua e mappe nautiche, a ricostruire le tipiche atmosfere degli atolli tropicali.

ZONE ARIDE

Una parte enorme del nostro pianeta è occupata da territori aridi. Si calcola che poco meno di un quinto della popolazione mondiale viva una condizione di perenne scarsità d’acqua, tale da ostacolare non solo la pratica dell’agricoltura, ma persino una regolare idratazione personale. Da anni l’agronomia mondiale ha intrapreso una sfida impari, nel tentativo di rendere disponibili tecniche, tecnologie e politiche che possano permettere di ottenere e gestire risorse idriche anche in situazioni di estrema siccità. A queste tematiche è dedicato il padiglione “Zone Aride”, realizzato come la suggestiva rappresentazione di un paesaggio desertico avvolto in una tempesta di sabbia, dove rocce, cristalli e formazioni saline contribuiscono a creare un efficace senso di spaesamento.

BIO-MEDITERRANEO

Nei millenni, il Mediterraneo ha sempre ricoperto il ruolo di integratore di razze, civiltà, usi e costumi. In quanto crocevia obbligato di ogni genere di traffico commerciale, ha favorito la “contaminazione” delle abitudini alimentari e lo sviluppo di un’agro-biodiversità che si riflette anche nella miriade di preparazioni culinarie che da sempre caratterizzano le popolazioni del Mare Nostrum. L’esportazione del magico trittico di grano, uva e olive ha poi contribuito a diffondere la tipica dieta mediterranea in tutto il mondo. A questi paesaggi alimentari si rifà il cluster del Bio-Mediterraneo, con una pavimentazione azzurro mare e un pergolato avveniristico che, pur nella sua modernità, ricrea l’alternarsi delle ombreggiature tipiche delle latitudini dell’Africa settentrionale e dell’Europa meridionale.

CEREALI E TUBERI

Se è vero che la metà della popolazione mondiale ha nel riso il suo alimento principale, è altrettanto vero che l’altra metà (con parecchie sovrapposizioni) vede nei cereali e nei tuberi una fonte di sostentamento assolutamente prioritaria. D'altronde, frumento, grano e orzo hanno costituito la fonte glucidica principale dell’umanità per millenni e, ancora oggi, appena 15 colture di cereali coprono il 90% del fabbisogno calorico dell’uomo. All'interno di Expo 2015, a questo patrimonio alimentare viene destinato uno speciale allestimento di grande impatto visivo: un giardino in cui colture di cereali e tuberi si alternano a sedili, sui quali il visitatore può riposare, immergendosi nell'elemento naturale, prima di giungere alla grande piazza dove è possibile invece degustare alcune pietanze a tema, attorno ad una sorta di grande forno.

CAFFÈ

Il caffè non è soltanto una delle bevande più diffuse sul pianeta, ma anche una preziosa merce di scambio che, fin dall'antichità, è stata sempre al centro del commercio internazionale, giocando un ruolo determinante nell'economia di intere aree sub-continentali. All'interno dell’Expo 2015, il visitatore viene invitato a sperimentare in prima persona l’habitat delle foreste pluviali africane e sudamericane, passeggiando sotto le coperture che si rifanno alle chiome degli alberi, lungo un cammino che ripercorre, simbolicamente, il processo della produzione del caffè: dalle piantagioni al trasporto dei chicchi, dalla tostatura alla degustazione, fase, questa, cui sono dedicate l’area del bar e la “zona incontro”.

CACAO

Il cacao è uno degli alimenti più antichi e diffusi in assoluto. Ne facevano uso i Maya e gli Aztechi e, a partire del 1600, si è diffuso in tutta Europa, assumendo i connotati di un cibo gratificante, il cui valore trascende il mero potenziale nutritivo. Il cacao è prodotto da almeno 30 paesi al mondo, delle cui economie locali costituisce il principale pilastro. L’allestimento che gli è stato dedicato si rifà alla rigogliosa vegetazione delle piantagioni di cacao, tipiche dei climi tropicali: strutture verticali in foggia di alberi circondano i numerosi stand in cui vengono presentati ai visitatori prodotti a base di cacao, nonché i procedimenti legati alla loro lavorazione.

RISO

Il riso costituisce la principale fonte di sostentamento per quasi la metà della popolazione dell’intero pianeta. Coltivato in tutto il mondo per via della sua incredibile adattabilità e per la sua resistenza a insetti e malattie, ha finito per divenire un vero e proprio simbolo di abbondanza e prosperità. Proprio la sua enorme diffusione ha permesso di studiare prima e sperimentare poi nuove tecniche di coltivazione che oggi consentono di realizzare colture intensive in grado di fornire anche tre raccolti l’anno. L’Expo 2015 dedica al riso un allestimento molto elaborato che, con l’ausilio di un suggestivo gioco di specchi, immerge il visitatore in una sorta di “risaie virtuali” e lo accompagna nel suo cammino fornendogli numerosi spunti informativi.

AREE TEMATICHE

Padiglione Zero
Il Padiglione Zero, realizzato con il contributo delle Nazioni Unite, consta di un percorso suggestivo che esplora il rapporto tra uomo e natura, dagli albori ai giorni nostri, con lo scopo di far riflettere sull'enorme influenza dell'uomo sul paesaggio.
Parco della Biodiversità
Il Parco della Biodiversità è costituito da varie serre e giardini, per celebrare la grandissima ricchezza che è, appunto, la biodiversità.
Children Park
Il Children Park è lo spazio dove anche i più piccoli potranno esplorare, attraverso linguaggi diversi, le tematiche riguardanti il cibo e la sostenibilità.
Art & Food
Il padiglione Art & Food sarà sostanzialmente una grande mostra che si propone di indagare il legame tra l'arte, in tutte le sue forme, e il cibo.
Future Food District
Il Future Food District esplora un concetto futuristico della filiera alimentare, in cui la produzione è strettamente legata ad una rete digitale di informazioni. Il padiglione è diviso in tre spazi: la piazza, il supermercato del futuro e la cucina.

PROGRAMMI INCENTIVE EXPO 2015

MILANO/FRANCIACORTA - SHOPPING E RELAX

Shopping, arte, moda, relax e naturalmente Expo: questo tour offre tutto il meglio...

MILANO/FIRENZE - EXPO INCENTIVE TRAVEL

Un tour che coniuga mondanità e arte, cultura e moda, toccando due tra le mete più...