20/05/2013 Studi e Ricerche MICE

Riviera di Rimini: in crescita il settore dei congressi e degli eventi. Oltre 6.650 gli incontri e quasi un milione e 350mila i congressisti nel 2012

Segno positivo per il segmento congressuale della provincia di Rimini che nel 2012 registra una crescita nel numero di incontri, di partecipanti e di giornate di presenza dei congressisti. A rivelarlo è il rapporto “Il turismo congressuale della Riviera di Rimini nel 2012”, presentato dall’Osservatorio Congressuale dell’Università di Bologna – Rimini Campus diretto dal professor Attilio Gardini, e promosso e finanziato dal Convention Bureau della Riviera di Rimini.

Lo scorso anno sono stati 6.652 gli eventi ospitati (+0,5 % rispetto al 2011), a cui hanno partecipato 1.345.883 congressisti (+1,22%), il più alto dal 2004, per un totale di 2,6 milioni di presenze congressuali (+4,69%), con una crescita media del 2,8% del mercato congressuale riminese in linea con quella europea.

Più in dettaglio sono cresciuti gli eventi di maggiore dimensione (+10,35% il numero medio di partecipanti) e soprattutto di maggiore durata (+12,64% la permanenza media, contro il -19,71% del 2011), che hanno prodotto ricadute positive sia sul comparto alberghiero (pernottamenti) sia sugli altri settori economici. In aumento sia i congressi nazionali sia quelli internazionali, con rispettivamente +2,71% e +13,67%.

A registrare il maggio numero di presenze i Palacongressi, i centri congressi minori, le residenze storiche e le sale congressuali di enti e fiere che nel 2012 hanno fatturato 2.107.915 giornate di presenza congressuale ospitando 4.256 eventi, mentre gli alberghi congressuali ne hanno ospitati 2.396, generando 528.539 giornate.

Lo studio evidenzia come i centri congressuali coprano quasi l’80% degli eventi ospitati, contro il 20% del settore alberghiero. A crescere sono soprattutto le iniziative corporate (+11,2%), quelle di associazioni sportive (+9,6%) e i congressi scientifici (+4,6%).

Il successo del sistema della Riviera di Rimini secondo il professor Gardini è dato dall'investimento effettuato su strutture congressuali come i Palacongressi (per esempio quello di Rimini e di Riccione) e sull'innovazione alberghiera. "Il cambiamento in corso ha favorito la concentrazione degli alberghi sul core business (pernottamenti). Mentre, l’accresciuta offerta di sale congressuali in palacongressi e in centri congressi minori consente agli alberghi della Riviera di Rimini di cogliere le opportunità del segmento di ospitalità congressuale, senza aver la necessità di allestire sale riunioni all’interno dell’hotel”.

Da segnalare, unica nota dolente, che alla crescita indicata non è corrisposto un aumento del fatturato che si è ridotto di 2/3 punti percentuali, dal momento che si è avuta una diminuzione dei prezzi del 5,13%.


Tag: Convention Bureau della Riviera di Rimini, meeting Rimini, studi e ricerche
Studi e Ricerche MICE
print mail Google plus twitter linkedin facebook
LOCATION EVENTI E CENTRI CONGRESSI
Dimora
Storica
Struttura Servizio
LUXURY WEDDING VENUES
DESIDERI UN MATRIMONIO DA FAVOLA?

Luxury hotels,Ville, Castelli e Palazzi per un matrimonio Italian Style

SCOPRI LE MIGLIORI
LOCATION ITALIANE