Banner
10/07/2013 Studi e Ricerche MICE

Business Travel: lieve ripresa dei viaggi d'affari, in calo la spesa media

Stando ai risultati della Business Travel Survey (BTS), l’indagine periodica che monitora i trend nel settore dei viaggi d’affari elaborata da Uvet American Express, la società del gruppo Uvet specializzata nella gestione della mobilità aziendale, nei primi sei mesi del 2013 le trasferte di lavoro sono cresciute del 2% rispetto allo medesimo periodo del 2012. Nello stesso tempo però si è avuta una riduzione della spesa media del 4%, dal momento che le aziende ricercano le soluzioni più vantaggiose per ridurre il costo dei viaggi di lavoro favorite anche dalla strategia di prezzo dell’offerta.

L'indagine mostra che a trainare il settore sono soprattutto le mete intercontinentali (+6%), mentre segnali di sofferenza provengono dal mercato europeo, dove le trasferte aeree sono state in calo del 2%, e da quello nazionale che ha evidenziato una riduzione degli spostamenti dell’8%. Le spese in viaggi aerei hanno registrato complessivamente una riduzione, soprattutto grazie al minor costo del biglietto aereo, ridottosi mediamente del 6% sui voli intercontinentali, del 5% su quelli nazionali e del 3% su quelli europei.

In Italia sono aumentati gli spostamenti in treno grazie anche alla crescita dell’offerta nel segmento “alta velocità”: +10%. La presenza di due operatori concorrenti nel settore ha, inoltre, favorito la riduzione del costo medio del biglietto: dai 60 euro del 1° semestre 2012 ai 56 euro del 1° semestre 2013.

Per quanto riguarda le destinazioni italiane la ricerca evidenzia una diminuzione dei viaggi d'affari verso Roma, scesa nel primo semestre 2013 al 28,2% contro il 30,7% del 2012, e verso Torino che passa dal 3,8% del primo semestre 2012 al 3,5% di quest’anno.

Si viaggia di più per lavoro, invece, verso le altre mete: Milano (dal 30,7% al 31,1%), Napoli (dal 6,7% al 7,1%), Catania (dal 5% al 5,3%), Bari (dal 3,1% al 3,5%), Venezia (dal 2,9% al 3,5%), Genova (dal 2,8% al 3,2%) e Palermo (dal 2,5 al 2,6%).

Sulle rilevazioni della Business Travel Survey, Uvet Amex ha elaborato in collaborazione con The European House Ambrosetti l’Uvet Travel Index che permette di individuare una relazione scientifica ed econometrica tra l’andamento dei viaggi d’affari e il PIL del Paese.

 “Più volte – afferma Luca Patanè, presidente del gruppo Uvet – abbiamo detto che c’è una correlazione tra andamento dei viaggi d’affari e PIL, ora abbiamo dato una veste scientifica a questa nostra intuizione e nei prossimi mesi contiamo di dare la prima previsione ufficiale”.

Nel secondo trimestre di quest’anno secondo l’Uvet Travel Index dovrebbe rallentare la caduta del PIL italiano.


Studi e Ricerche MICE
print mail Google plus twitter linkedin facebook
LOCATION EVENTI E CENTRI CONGRESSI
Dimora
Storica
Struttura Servizio
LUXURY WEDDING VENUES
DESIDERI UN MATRIMONIO DA FAVOLA?

Luxury hotels,Ville, Castelli e Palazzi per un matrimonio Italian Style

SCOPRI LE MIGLIORI
LOCATION ITALIANE