Banner
30/04/2014 Studi e Ricerche MICE

Congressi associativi, un comparto ad alta redditività

Stefania Agostini, direttore CBRR, Gabriella Gentile, presidente Meeting Consultants
Stefania Agostini, direttore CBRR, Gabriella Gentile, presidente Meeting Consultants

Come è cambiato negli anni il mercato dei congressi e in particolare quello associativo? Quali sono le tendenze emergenti e i trend consolidati? Per rispondere a queste e a molte altre domande, con l’obiettivo di prepararsi agli scenari futuri, Convention Bureau della Riviera di Rimini (CBRR), azienda del Gruppo Rimini Fiera, ha commissionato a Meeting Consultants lo studio, “Domanda associativa: caratteristiche e tendenze oggi”. Il report realizzato da Gabriella Ghigi e Maria Gabriella Gentile si basa su indagini realizzate tramite la somministrazione di questionari ai rappresentanti di associazioni nazionali ed internazionali, interviste telefoniche a Professional Congress Organizers italiani in ambito associativo e sui dati delle ultime ricerche di settore disponibili.

I congressi associativi rappresentano, infatti, una realtà economica che esprime un costante trend di crescita, come emerge dal rapporto ICCA: “A Modern History of International Association Meetings. 1963-2012”. I congressi associativi, dagli anni ‘60 ad oggi, sono aumentati del doppio ogni dieci anni. Oggi sono 23.000 i congressi associativi organizzati nel mondo su base regolare e 54.844 i congressi censiti nel quinquennio 2008-2012 con quasi 22 milioni di partecipanti (di cui 2.199 in Italia per un totale di 933.209 partecipanti).

L’Europa attrae il numero maggiore di congressi associativi internazionali: 54% nel quinquennio 2008-2012. Negli ultimi 50 anni, l’Italia è sempre stata tra le prime 10 nazioni che ospitano congressi associativi internazionali. Sempre a livello internazionale i principali ambiti tematici dei congressi associativi riguardano: le scienze mediche (17,2%), il segmento scientifico (13,0%), mentre il tecnologico è quello che ha registrato la massima crescita. Oggi è al secondo posto con il 14,5%.

In salita anche il fatturato: negli ultimi 25 anni, è cresciuto dai 18,8 bilioni di USD nel periodo 1993-1997 ai 56,4 bilioni di USD nel periodo 2008-2012. Appare, tuttavia, un trend al contenimento dei costi: la spesa media complessiva per congresso è scesa: 1.028,027 USD nel periodo 2008-2012 contro 1.114.637 USD nel periodo 1993-1997. Nel tempo, si sono contratte le  dimensioni dei meeting, da 1.253 partecipanti all’inizio degli anni ‘60 a 424 partecipanti nel periodo 2008-2012, e la durata, da 6,3 giorni all’inizio degli anni ‘60 a 3,8 giorni nel periodo 2008-2012.

In termini di location, i più forti competitor dei centri congressi sono gli spazi alberghieri. I centri congressi nel periodo 2008-2012 hanno ospitato il 24,3% degli eventi contro il 37,7% del decennio precedente. 


Studi e Ricerche MICE
print mail Google plus twitter linkedin facebook
LOCATION EVENTI E CENTRI CONGRESSI
Dimora
Storica
Struttura Servizio
LUXURY WEDDING VENUES
DESIDERI UN MATRIMONIO DA FAVOLA?

Luxury hotels,Ville, Castelli e Palazzi per un matrimonio Italian Style

SCOPRI LE MIGLIORI
LOCATION ITALIANE