Banner
19/07/2016 Turismo e Destinazioni

Enit, presentato il piano per il rilancio dell'Italia: il Mice tra i cluster

Fabio Maria Lazzerini
Fabio Maria Lazzerini

Incremento della spesa media turistica in Italia, aumento dei volumi dell’incoming, sviluppo turistico delle destinazioni “minori” e promozione del turismo sostenibile: sono questi i macro obiettivi strategici indicati nel Piano Triennale 2016/2018 di Enit-Agenzia Nazionale del Turismo.

L’illustrazione del Piano è stata introdotta dalla Presidente di Enit, Evelina Christillin, che ha evidenziato la nuova fase dell’Agenzia alla luce dei rilevanti cambiamenti in termini di governance, di organizzazione e di sviluppo. E' stato il consigliere Fabio Maria Lazzerini a illustrare i punti salienti del Piano, a cominciare dall’ottimizzazione delle risorse. “Bisogna anzitutto consolidare i mercati avanzati di Europa e Nord America” ha detto Lazzerini “da cui provengono l’80% dei turisti, attraverso un marketing differenziato e generazionale, intensificando la rete diplomatico-consolare del MAECI. Le economie emergenti - Cina, India, Corea, Emirati Arabi, Messico, Brasile e Argentina - rappresentano sempre più i nuovi bacini dell’outgoing mondiale: è necessario rafforzare la presenza di uffici Enit e le partnership con le eccellenze del Made in Italy". In questa direzione, Enit conta già 9 sedi in Europa e ne aprirà altre 4 (Amsterdam, Berlino, Monaco di Baviera e Varsavia), mentre extra Ue l'Agenzia ha 12 sedi e 3 in apertura: Shanghai, Bangkok (Thailandia, Laos, Cambogia) e Città del Messico.

“La crescita dei flussi incoming” ha proseguito Lazzerini “è fortemente connessa all’intensificazione dei collegamenti aerei. Per entrare nei nuovi mercati occorre monitorare l’evoluzione quali-quantitativa della domanda. Non possiamo infine dimenticare il turismo domestico, che rappresenta oltre la metà  dell’intero movimento. La Lombardia è il primo bacino di flussi; seguita da Lazio, Veneto e Piemonte. Per implementare questo mercato occorre destagionalizzare le destinazioni, sviluppare i cluster (MICE e luxury su tutti) e supportare la promozione dei territori su base interregionale".

I cluster su cui Enit intende concentrare i propri sforzi sono: natura, aree protette e paesaggi naturali; borghi e patrimonio immateriale; cultura diffusa, poli museali minori e spettacolo; cammini e itinerari religiosi; food e itinerari del gusto; luxury; MICE (Meetings, Incentives, Conventions & Events); salute e benessere della persona; sport e grandi eventi (come Ryder Cup, Roma 2022). Il secondo punto del Piano Triennale prevede una forte strategia digitale per la Destinazione Italia mentre l’ultimo punto del Piano Triennale prevede lo studio dei mercati attraverso strumenti conoscitivi, quali i 94 Focus Paese (studi dei bacini turistici internazionali con indicatori  economici e turistici) e i Monitoraggi Enit, svolti periodicamente presso i principali TO esteri per fornire trend e anticipazioni sulle vendite della Destinazione Italia.


Turismo e Destinazioni
print mail Google plus twitter linkedin facebook
LOCATION EVENTI E CENTRI CONGRESSI
Dimora
Storica
Struttura Servizio
LUXURY WEDDING VENUES
DESIDERI UN MATRIMONIO DA FAVOLA?

Luxury hotels,Ville, Castelli e Palazzi per un matrimonio Italian Style

SCOPRI LE MIGLIORI
LOCATION ITALIANE