Roma

Cerca su italianvenue tutte le location eventi e centri congressi a Roma

Città Eterna, Caput Mundi, comunque la si chiami Roma è Roma.

La Capitale mette a disposizione una varietà di strutture che ben si prestano all’organizzazione di meeting e team building.

Scopri le nostre proposte di "Team building Experience", ti proponiamo 3 attività progettate dalla redazione di Italianvenue: "Sailing experience", "Circus team building", "Tra i castelli Romani del 500".

L’imponenza del Colosseo, il fascino dei Fori Imperiali e tutte le altre bellezze storiche della città creano l’atmosfera giusta per eventi aziendali unici.

L’offerta spazia da eleganti location nel cuore della città a dimore storiche e palazzi, tutte dotate delle migliori tecnologie e di staff ben qualificato.

Nessuna parola sarà mai abbastanza capace di descrivere e comunicare lo splendore di una gloria antica e immensa specchiata nel Tevere maestoso.

Un evento a Roma è sempre un successo.  Una città da vivere. Sulla propria pelle, con e in tutti i sensi.

Cerca su italianvenue tutte le location eventi e centri congressi a Roma

Info Utili

Collegamenti e mezzi pubblici

Due aeroporti:

Collegamenti Roma-Aeroporti:

  • Bus Shuttle: Da Roma Termini e Roma Piazza Cavour verso entrambi gli aeroporti e ritorno, è attivo questo servizio, con partenze ogni 30/45 minuti 
  • Terravision: collegamento comodo e conveniente da Roma per entrambi gli aeroporti e ritorno. Bus in partenza ogni 20 minuti. Costo del biglietto da 4 a 8 euro, acquistabile anche on line, sul sito Terravision
  • Navette ATRAL/Schiaffini: dalla stazione Termini partono le navette Schiaffini per i due principali aeroporti. La frequenza varia dai 30 ai 60 minuti a seconda della fascia oraria. 
  • Leonardo Express di Trenitalia, Roma-Fiumicino: treno diretto dalla Stazione Termini a-Fiumicino. Tempo di percorrenza 30 minuti, senza fermate intermedie. È garantito anche in caso di sciopero.
  • Linea metropolitana FR1 di Trenitalia, Roma-Fiumicino: servizio metropolitano , che ferma nelle principali stazioni di Roma (Tiburtina, Tuscolana, Ostiense, Trastevere) con frequenza di 15 minuti nei giorni feriali e 30 in quelli festivi.
  • Bus COTRAL/Schiaffini, Roma-Ciampino: dalla stazione ferroviaria Ciampino città, la più vicina all'aeroporto Giovan Battista Pastine, ogni 30 minuti parte un autobus che in 5 minuti raggiunge lo scalo di Ciampino. Il biglietto, in vendita sia a bordo che a terra, costa 1 euro. 
  • Metropolitana leggera, Roma-Ciampino: in 15 minuti porta dalla stazione Termini a quella di Ciampino. Da qui poi partono i bus COTRAL/Schiaffini.

Stazioni principali:

  • Termini, nel centro storico di Roma
  • Tiburtina, nella zona est tra i quartieri Pietralata e Nomentano. La seconda per traffico e importanza
  • Tuscolana, nodo che collega Roma al resto della regione Lazio e all’Umbria
  • Ostiense, nodo di transito dei treni che collegano nord e sud Italia
  • Trastevere, punto di congiunzione fra la linea Roma Fiumicino Aeroporto e la Roma-Viterbo

La città dispone di due linee metropolitane, la A arancione e la B blu, lunghe in totale 41,5 km. Il servizio è affidato alla municipale ATAC, che gestisce anche la rete di mezzi pubblici di superficie.

Mappa metro.

A Roma è disponibile anche un servizio di car sharing.

Acquisto biglietti

I biglietti per i mezzi pubblici si possono acquistare in ogni stazione della metropolitana al capolinea degli autobus, ma anche nelle edicole e nei bar tabacchi convenzionati.

Per trovare un taxi:

LOCATION EVENTI E CENTRI CONGRESSI
Dimora
Storica
Struttura Servizio
LUXURY WEDDING VENUES
DESIDERI UN MATRIMONIO DA FAVOLA?

Luxury hotels,Ville, Castelli e Palazzi per un matrimonio Italian Style

SCOPRI LE MIGLIORI
LOCATION ITALIANE

  • Tra i Castelli Romani in 500

    I Castelli Romani si trovano a pochi chilometri da Roma. Immersi nel verde delle colline, offrono meravigliose vedute sulla città e la natura circostante. Una caccia la tesoro con auto d'epoca tra questi luoghi rappresenta qualcosa di unico per un team building o per un viaggio incentive per almeno tre motivi: la bellezza del paesaggio e delle location, il brivido di un percorso con vetture vintage e l'adrenalina dell'arrivare per primi al tesoro. I partecipanti, divisi in squadre, devono superare le prove di abilità e conoscenza che li conducono lungo un percorso tra i castelli a bordo di affascinanti FIAT 500 degli anni Sessanta. Mappa al navigatore, conducente alla guida e il passeggero pensi alla risuluzione dell'enigma storico, considerando bene tutti gli indizi trovati.
  • Veleggiata dal Lido di Ostia

    In mattinata, dopo l'incontro con gli skipper, imbarco e partenza dal Lido di Ostia. Istruzioni preliminari, veleggiata di allenamento, addestramento alle manovre e alle tecniche di regata e, a mezzogiorno preciso, partenza partenza della regata per circa due ore di lavoro di team e sfida con le altre imbarcazioni. Nel pomeriggio, nuova veleggiata di fronte alle spiagge di Lido di Ostia e la Pineta di Castel Fusano. Alla fine della giornata, prima del rientro in porto, i partecipanti al team building sono una vera squadra. Per fissare le nozioni imparate e le azioni intraprese, prima della premiazione del team vincente, un breve debriefing aiuta a ricordare le emozioni appena vissute. Al termine dell'evento, aperitivo e cena sul litorale sotto le stelle.

    Sito Web
  • Circus team building

    Chi non rimane affascinato di fronte alle abilità dei circensi? Equilibrio, precisione, grazia e capacità di fare sorridere. Doti senz'altro utili anche in azienda. I team building realizzati dai trainer della Scuola Nazionale di Circo si basano sulle tecniche del circo e del teatro. Diventare abili giocolieri dopo poche ma efficaci prove, sviluppare l'equilibrio per piccole gare, travestirsi e truccarsi da clown e creare situazioni che suscitino ilarità, trovare sempre la carta giusta e far apparire il "classico coniglio bianco": i partecipanti si cimentano nelle più svariate discipline e, in base alle abilità apprese dai componenti del gruppo, realizzano una performance live che richiama, sebbene con qualche imperfezione, le tipiche atmosfere dello spettacolo circense.

Arte e Cultura

Cammini ed è come se indossassi una candida tunica e ti aspettassi di incontrare da un momento all'altro Fidia, Michelangelo o Raffaello e ti unissi a loro per farti guidare alla scoperta di questo capolavoro di città. Perché tutto, a Roma, è ubiqua emanazione di arte e cultura

  • S. Pietro

    La basilica papale di San Pietro in Vaticano, simbolo mondiale di cattolicità, sorge sullo stesso luogo dove papa Anacleto fece costruire, nell'80 d.C. circa, un piccolo oratorio di marmo per ricordare il martirio dell'apostolo e affaccia su una delle piazze più estese della capitale, arricchita dal prezioso colonnato opera di Gian Lorenzo Bernini, architetto, scultore e pittore napoletano.
    Sito web
  • S. Giovanni in Laterano

    “Mater et Caput” di tutte le chiese di Roma, è la Basilica più importante dopo S. Pietro. Un’opera architettonica che ha subito importanti trasformazioni dall’età paleocristiana fino all’età barocca. La facciata attuale è stata realizzata nel 1732 da Alessandro Galilei, che arditamente ha abbandonato gli stilemi barocchi in nome di linee più classiche e di maggior respiro. Fino al XIX secolo tutti i Papi furono incoronati in Laterano, usanza abbandonata subito dopo la breccia di Porta Pia (1870).
    Sito web
  • Basilica S. Maria Maggiore

    Quarta basilica patriarcale romana in ordine di tempo, la terza per importanza e la prima costruita per volere non di un imperatore ma di un papa: Sisto III. I lavori di edificazione si datano fra il 432 e il 440 e sono stati eseguiti sui resti di un’antica chiesa commissionata da Liberio dopo un miracoloso evento narrato sulla facciata dai mosaici medievali.
    Sito web
  • Castel Sant’Angelo

    Compagno fedele della città, da quasi duemila anni, la sua è una storia di cambiamenti continui a cui ha subito sempre resiste con grande fierezza. Da monumento funerario ad avamposto fortificato, da tenebroso carcere a splendida dimora rinascimentale dove lavora Michelangelo, da prigione risorgimentale a museo. Oggi Castel Sant'Angelo, tra le su possenti mura e le fastose sale affrescate, custodisce il passato e il presente di una Roma imperitura.
    Sito web
  • Colosseo

    Anfiteatro Flavio per i cultori della storia antica, Colosseo per tutto il resto dell’umanità che, ogni anno viene a vederlo e a stupirsi della sua intatta maestosità. Costruito dall'Imperatore Vespasiano, nel 72 d.C. circa, e inaugurato, otto anni dopo dal figlio Tito, questo teatro occupa l’area dove sorgeva la Domus Aurea di Nerone costruita dopo il folle incendio di Roma.
    Sito web
  • Fori imperiali

    Per davvero capire la portata che l’età imperiale ha avuto e dello sfarzo con cui è stata vista, bisogna girare nella sconfinata immensità dei Fori. Una sfilata di piazze monumentali, tutte venute alla luce nel corso di un secolo e mezzo, tra il 46 a.C. e il 113 d.C., proprio nel cuore della città.
    Sito web
  • Domus aurea

    La sontuosità fatta palazzo si chiama Domus Aurea e porta il sigillo delle manie di grandezza e potenza che hanno caratterizzato tutta la vita e la salita al trono imperiale di Nerone. La struttura in mattoni completamente rivestita in oro, i soffitti stuccati e tempestati di pietre semi-preziose e lamine d'avorio: un tributo all’immagine solenne e sfarzosa che questo personaggio storico aveva di sé.
  • Circo Massimo

    Antico circo romano costruito nella valle tra il colle Palatino e l'Aventino e dedicato alle corse di cavalli e sede di giochi fin dalla leggendaria fondazione di Roma. Nella valle del Massimo sarebbe anche avvenuto il mitico ratto delle Sabine. Oggi la sua ampia e ben conservata struttura ospita eventi di grande richiamo non solo nazionale: concerti, spettacoli, giubilei e manifestazioni di varia natura.
  • Pantheon

    Significa tempio di tutti gli dei e nasce, nell’antica Roma antica come edificio votivo dedicato alle divinità dell'Olimpo. I romani di oggi lo chiamano la Rotonna o Ritonna ("la Rotonda") per la sua forma circolare. Da qui il nome della piazza antistante. A seguito degli incendi dell’80 e del 110 d.C. che avevano danneggiato la costruzione originale di età augustea, fu portato a nuova vita dall'imperatore Adriano, tra il 118 e il 128 DC.
  • Vittoriano

    Omaggio a Vittorio Emanuele II, Padre della Patria defunto nel 1878, e alla stagione risorgimentale, il monumento nazionale a Vittorio Emanuele II, meglio noto come il Vittoriano riempie di sé tutta piazza Venezia. Questa mastodontica opera, semplice nella struttura ma intricatissima nei particolari, porta anche il nome di Altare della Patria, da quando è sede del Milite Ignoto.
  • Trinità dei Monti

    Così si chiama la chiesa e la monumentale scalinata costruita per raggiungerla. 135 gradini fra i più imponenti e scenografici della storia architettonica di tutti i tempi, inaugurata da papa Benedetto XIII nel 1725, anno del Giubileo. Esclusivo decoro alla già splendida piazza di Spagna.
  • Isola Tiberina

    Raro esempio di isola urbana, di origine alluvionale. Collegata alla terraferma dal Ponte Cestio e dal Ponte Fabricio, su quest’isola si possono ammirare rovine di antichi templi e la Basilica di San Bartolomeo, di fronte a cui sorge l’ospedale Fatebenefratelli. Dal 2000, qui, si organizza l’Isola del Cinema, uno dei più interessanti appuntamenti con il cinema d’autore nazionale e internazionale.
  • Terme di Caracalla

    Ancora espressione della raffinata epoca imperiale, queste terme si conservano ancora oggi nella loro forma d’origine, non insediate da costruzioni successive. Opera eseguita nei pressi del Circo Massimo, su committenza dall'imperatore Caracalla. La grandiosità delle terme era al servizio del popolo che abitava nei quartieri vicini.
  • Bocca della Verità

    Antico mascherone in marmo pavonazzetto, dal 1632 incastonato nella parete del pronao della chiesa di Santa Maria in Cosmedin. Volto di difficile interpretazione, nel tempo è stato associato a Giove Ammone, al dio Oceano, a un oracolo divino, addirittura a un fauno. Oggi cattura l’attenzione curiosa e divertita di intere file di turisti che amano farsi fotografare con la mano dentro la bocca, quasi fosse magica o portatrice di buona ventura!
  • Le Piazze

    Le piazze a Roma sono musei en plein air, ma anche importanti luoghi di incontro e mondanità. Dalle più famose e meravigliose, piazza di Spagna, piazza Navona, piazza del Campidoglio, del Popolo e della Repubblica a quelle più raccolte e ugualmente accogliente, come la caratteristica ed elegantissima piazzetta di Campo de’ Fiori. Simboli eccelsi di romanità.
  • Le Fontane

    La fontana per Roma e i romani non è solo una meta turistica o un bel monumento da fotografare e portare a casa di ricordo. La fontana con i suoi acrobatici giochi d’acqua, per i Romani e Roma, è la vita. Dalle più antiche (Ludus Magnus) a quelle rinascimentali e seicentesche (di Nettuno, del Babuino e quella dei Quattro Fiumi al centro di piazza Navona…) fino a quelle tardo barocche e settecentesche, tra cui risaltano per fama e splendore la Fontana di Trevi e quella del Tritone.
  • I Palazzi

    Roma pullula di architetture faraoniche di straordinaria bellezza. Dai Palazzi del governo della città e del Paese, del parlamento e della più alta carica dello stato (Campidoglio, Madama, Montecitorio e Quirinale) a quelli storici come Palazzo Venezia e ai più recenti come il Palazzo della Civiltà Italiana all’EUR fino alle dimore delle nobili famiglie: Barberini, Capranica, Chigi, Farnese… Degne di menzione anche le ville e i loro parchi sconfinati: Ada Savoia, Aldobrandini, Borghese, Celimontana, Doria Pamphilj, Torlonia… Architetture da scoprire e ammirare passeggiando per le vie principali, ma anche lungo itinerari più defilati e non meno sorprendenti.
  • Musei Vaticani

    Una sala inanellata all’altra, per un giro a tutto tondo nella storia dell’arte: dagli antichi egizi agli etruschi, alzando gli occhi ai capolavori della Cappella Sistina fino alla vertigine che dà ritrovarsi nelle stanze di Raffaello Ogni estate, i Musei aprono al pubblico anche in orario serale, dalle 19 alle 23. Un modo certo di rendere la visita ancor più coinvolgente.
    Sito web
  • Musei Capitolini

    Nati nel 1471, anno in cui il papa Sisto IV donò al popolo romano un gruppo di statue bronzee dal forte valore simbolico. Oggi questi musei vantano un patrimonio di collezioni, frutto dello stretto legame con la città e i suoi abitanti, da cui proviene la maggior parte delle opere esposte.
  • Museo di Palazzo Venezia

    Riflettori puntati sulle espressioni artistiche di epoca medievale e rinascimentale. Terrecotte, porcellane, argenti, bronzi, arredi sacri, sculture lignee, dipinti, avori, armi, cristalli e arazzi: questi i protagonisti delle numerose sale interne al museo.
    Sito web
  • Galleria Nazionale di Arte Antica

    Presso Palazzo Barberini, nella centralissima Via delle Quattro Fontane, la Galleria apre ufficialmente nel 1893 e conserva il grande patrimonio artistico appartenuto alle casate dell’alta nobiltà romana: i Corsini, i Torlonia e, a seguire, i Chigi e altre ancora. Oggi le opere esposte sono per la più parte raccoglie capolavori databili ai secoli XVI e XVII. Da non mancare la tela della Madonna in trono con Bambino di Filippo Lippi, la Fornarina di Raffaello, Giuditta e Oloferne del Caravaggio e i dipinti di Tiziano e del Tintoretto.
    Galleria Nazionale d'Arte Antica - Palazzo Barberini - Via delle Quattro Fontane, 13
    Sito web
  • Catacombe di San Callisto

    Scavate sulla Via Appia Antica verso la metà del II secolo, sono tra le più grandi e importanti di Roma. Intitolate al diacono San Callisto, che, all'inizio del III secolo, fu incaricato da Papa Zefirino alla loro amministrazione come cimitero ufficiale della Chiesa di Roma
    Via Appia Antica, 110/126
    Sito web
  • Catacomba di Priscilla

    Si affaccia sulla Via Salaria con ingresso presso il convento delle Suore Benedettine di Priscilla ed è citata in tutti i documenti topografici e liturgici antichi. Per la mole impressionante di martiri qui sepolti, veniva chiamata “regina catacumbarum”.
    via Salaria 430
    Sito web
  • Foro Italico

    Inaugurato nel 1932, questo esteso complesso sportivo porta il sigillo dello stile architettonico di epoca fascista. Ideato e realizzato da Enrico Del Debbio, si trova alla base di Monte Mario. Al suo interno si trova anche lo Stadio Olimpico e il suo campo centrale può ospitare più di 30 mila persone. Qui si tengono i grandi concerti e, dagli anni ’60, i campionati mondiali di diverse discipline sportive.
    Viale delle Olimpiadi, 31
  • Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea (GNAM)

    Istituita alla fine dell'800 con l'intento di raccogliere e custodire il meglio delle tendenze artistiche d'avanguardia che si andavano formando in Italia e in Europa. Allestita nel Palazzo delle Belle Arti, questa Galleria oggi è un punto di riferimento sia per le opere conservate, da Mondrian a Burri, da De Chirico a Kounellis sia per personali dedicati a grandi artisti viventi e non. Il patrimonio ‘stabile’ conta più 4.400 opere di pittura e scultura e circa 13.000 tra disegni e stampe di artisti - prevalentemente italiani - dell'Otto e del Novecento.
    Viale delle Belle Arti, 131
    Sito web
  • Museo d'Arte Contemporanea di Roma (MACRO)

    Fondato presso l'ex-stabilimento industriale Peroni, questo museo ospita una collezione permanente riferita due periodi della storia dell’arte più vicina a noi: il primo, dagli anni '60 al 2000, propone opere di artisti del gruppo Forma 1, della Scuola del Popolo e della Nuova Scuola Romana. Il secondo fa riferimento alla produzione artistica italiana dal 2001 ad oggi. MACRO Future è il nome della seconda sede allestita nell'ex Mattatoio del Testaccio e adibita all’organizzazione di eventi a carattere artistico e culturale. Entrambi gli spazi si stanno imponendo sempre più come punti di riferimento per l'arte contemporanea italiana ed internazionale, con un fitto calendario di mostre ed eventi lungo tutto il corso dell'anno.
    MACRO, Via Reggio Emilia 54 - MACRO Future, Piazza Orazio Giustiniani 4
    Sito web
  • Museo Ara Pacis

    Un museo per un altare. Non un altare qualsiasi, ma quello dedicato dall'imperatore Augusto alla dea della Pace per celebrare il raggiungimento di un’età prospera e pacifica. Questo è l'Ara Pacis Augustae, in Campo Marzio, decorata con fregi e fasce di ispirazione alessandrina.
    Sito web
  • Palazzo delle Esposizioni

    La contemporaneità figlia di un glorioso esempio storico: questi, in sintesi, il senso e il valore degli oltre 10.000 metri quadri su tre piani del più grande spazio espositivo nel centro di Roma. Un centro polifunzionale con un ricchissimo programma di mostre ed eventi allestiti in pompa magna nelle tre aree espositive, ciascuna dotata di un evoluto sistema di illuminazione automatizzata.
    Via Nazionale, 194
    Sito web
  • Centrale Montemartini

    Da vecchio edificio industriale a sede museale, la centrale Montemartini di Roma si trova lungo la via Ostiense, sulla riva sinistra del Tevere. Custode di circa 400 sculture di epoca classica recuperate dagli scavi archeologici, effettuati tra l'Ottocento e il secolo scorso, antichi complessi monumentali ricostruiti per portarli a conoscenza del grande pubblico. Un esempio per tutti: l’enorme mosaico con scene di caccia proveniente da Santa Bibiana.
    Via Ostiense, 106
    Sito web
  • Opera di Roma, Teatro Costanzi

    Piazza Beniamino Gigli 7 - Tel: 003906481601
    Sito web
  • Opera di Roma, Teatro Terme di Caracalla

    Viale delle Terme di Caracalla - Tel: 003906481601
    Sito web
  • Opera di Roma, Teatro Nazionale

    Via del Viminale 51 - Tel: 003906481601
    Sito web
  • Auditorium Parco della Musica (Roma)

    Viale Pietro de Coubertin, 30 - Tel: 003906892982
    Sito web
  • Argentina

    Largo di Torre Argentina 52 - Tel: 003906684000311/14
    Sito web
  • Ambra Jovinelli

    via Guglielmo Pepe, 43 - Tel: 00390683082620 - 00390683082884
    Sito web
  • Il Sistina

    Via Sistina, 129 - Tel: 0039064200711
    Sito web
  • Olimpico

    Piazza Gentile da Fabriano, 17 - Tel: 0039063265991
    Sito web
  • Brancaccio

    Via Merulana, 244 - Tel: 848 448 800
  • Eliseo

    Via Nazionale 183 - Tel: 00390648872222
    Sito web
  • Salone Margherita

    via Due Macelli 75 - Tel: 0039 06 6791439 / 06 6798269
    Sito web

Enogastronomia

Cucina dai sapori decisi quella romana. Bucatini all’amatriciana, spaghetti alla carbonara, abbacchio e coda alla vaccinara, carciofi alla giudia e puntarelle di stagione, formaggi e maritozzi: questi i piatti forti della tradizione. Piatti poveri di origine contadina e, forse per questo, particolarmente robusti e nutrienti. Ottima anche l’offerta vinicola.

  • Antico Caffè Greco

    Questo caffè batte nel cuore di Roma da più di 200 anni, precisamente dal 1760. Reso famoso anche dai suoi avventori, fra cui val la pena citare Stendhal, Massimo D’Azeglio, Ennio Flaiano, Aldo Palazzeschi, Goethe, Richard Wagner e Orson Welles, i suoi fiori all’occhiello sono l’ottimo espresso, i cornetti e gli aperitivi. Non da meno le sale finemente stuccate, i damaschi e i preziosi tavolini in marmo che emanano tutto il fascino degli esordi ottocenteschi.
    Via dei Condotti, 86 - Tel: 0039066791700
    Sito web
  • Caffè Vitti

    In piazza San Lorenzo in Lucina, serve i romani dal 1898 ed è ancora oggi vissuto come uno dei più raffinati salotti romani. Fondato e gestito da una famiglia di mastri gelatieri, la sua maggior attrattiva sono i gelati e i dolci artigianali. Oggi Vitti è anche in Piazza Colonna, Largo Argentina e Piazza Capranica.
    Piazza San Lorenzo in Lucina, 33 - Tel: 0039066876304
    Sito web
  • Vanni

    Ha più di 50 anni ma non li dimostra e, nella sua storica sede di via Col di Lana, Vanni è caffetteria, pasticceria e gastronomia insieme. Famosi i suoi vannini, golosi assaggi di gelato in tanti gusti, ma ottimi anche il caffè. i cornetti e i tramezzini. Vicinissimo al Teatro delle Vittorie e alle sedi RAI, Vanni è molto frequentato da personaggi del mondo dello spettacolo e della televisione.
    Via Col di Lana, 10 - Tel: 0039 06 32649012
    Sito web
  • Gelateria Giolitti

    Forse la più antica, di sicuro la più conosciuta in città e, vicinissima al Pantheon, la più frequentata da romani e turisti. Inaugurata nel lontano 1890 da Giuseppe e Bernardina Giolitti come semplice latteria presto diventò capostipite di una dinastia di maestri gelatieri che ancora oggi serve il gelato fatto secondo la miglior tradizione di famiglia. Prima della lista, la Coppa Giolitti, gelato al cioccolato, crema e semifreddo allo zabaione, ricoperta di panna e granella di nocciola.
    Via Uffici del Vicario, 40 - Tel: 0039066991243
    Sito web
  • Antica Enoteca

    A due passi da Piazza di Spagna, ha quasi 300 anni quella che a tutt’oggi è una delle enoteche più gettonate del centro storico di Roma. La ricca cantina conta circa 100 etichette, quasi tutte Italiane DOC e DOCG. Calici per tutti gusti da abbinare a taglieri selezionati di formaggi, affettati, salumi e insalate per un pasto veloce o uno completo.
    Via Della Croce, 76/b - Tel: 0039 06 6790896
    Sito web
  • Antico Caffè della Pace

    Nascosto fra i vicoli intorno alla scenografica piazza Navona, si cela questo caffè stile liberty di rara bellezza ed eleganza frequentato da artisti, cineasti e letterati. Il suo pergolato estivo è forse il più suggestivo di tutta Roma. Servizio cordiale e raffinato, dalla colazione agli aperitivi fino ai cocktail in tarda serata.
    Via della pace, 3-7 - Tel: 0039066861216
    Sito web
  • Eataly

    La miglior espressione della cultura enogastronomica italiana, proposta in modo assolutamente inedito. Negozi bistrot, dove si può comprare e assaggiare secondo la filosofia sostenuta e diffusa dai fondatori di Slow Food. Prodotti tipici, eccellenze locali in fatto di cibo e vino, sono gli elementi su cui nasce l’offerta Eataly, volta a promuovere in Italia e nel mondo la consapevolezza di ciò che si mangia e a nutrirsi in modo sano e corretto. Eataly è una realtà in continua espanzione. Diversi, infatti, i negozi aperti o prossimi all’apertura in molte città di Italia, in Giappone e negli USA. Un nuovo successo del Made in Italy, a tavola. www.eataly.it
    Air Terminal Ostiense, P.le XII Ottobre 1492 - Tel: 00390690279201
    Sito web
  • Ristorante ULPIA

    In uno scenario unico; dentro lo storico Palazzo dei Marchesi di "Del Gallo di Roccagiovine" e sopra le rovine dell'antichissima "Basilica Ulpia" (111 - 114 secolo d.C.) si apre questo Locale Storico d’Italia, dichiarato anche Negozio Storico di Roma, nonché Ristorante Archeologico d’Italia.
    Foro Traiano, 1b/2 - Tel: 0039066783409
    Sito web
  • La matriciana

    Della famiglia Crisciotti, oggi guidato dai fratelli Fabio e Mauro, sotto l’esperta supervisione di papà Fortunato, questo ristorante mantiene la struttura anni ’30 e fa parte dell’associazione“Locali storici d’Italia”. La sua cucina tipicamente romana segue, fedele e attenta, il fluire delle stagioni e dei loro frutti, mentre la cantina è ben curata dai due giovani ristoratori, entrambi Sommelier diplomati all’A.I.S. di Roma.
    Via del Viminale, 44 - Tel: 0039064881775
    Sito web
  • Checchino dal 1887

    122 anni di Romanità nel cuore del rione di Testaccio. Già nel 1870 i trisavoli degli attuali proprietari gestivano un’osteria per la vendita e la mescita di vino insieme ad assaggi di prodotti tipici non cucinati. Oggi Checchino aderisce all’iniziativa “Ristoranti del Buon Ricordo”, nata nel 1964 per promuovere la cucina Regionale Italiana. Gli ospiti che assaggiano una specialità vengono omaggiati con un piatto che riporta e ricorda la pietanza degustata. La specialità di Checchino è “Involtini di carne alla Romana guarniti”
    via di Monte Testaccio, 30 - Tel: 0039 065743816
    Sito web
  • Taberna de’ Gracchi

    Apre nel 1961 nel quartiere Prati in Roma, nei locali di una vecchia osteria con cucina, "Da Capoccione". Il nuovo nome e il logo del ristorante nascono da un’idea del noto vignettista romano Artioli. In breve l’osteria si trasforma in un ristorante di successo dalla proposta molto varia, ma sempre legata alle tradizioni e al territorio. Anche questa Taberna partecipa al progetto del Buon Ricordo.
    Via dei Gracchi, 166-68 - Tel: 0039063213126
    Sito web
  • Felice a Testaccio

    La miglior tradizione in un'atmosfera calda e accogliente, con un servizio impeccabile. Tonnarelli cacio e pepe, mezzemaniche all'Amatriciana, abbacchio, carciofi alla romana, puntarelle con le alici, il pane rigorosamente casereccio, l'olio di oliva extravergine eccellente, Tiramisù al bicchiere e Crostata di ricotta e pere. Tutto è curato nel dettaglio, per pura e semplice passione.
    Via Mastro Giorgio, 29 - Tel: 0039065746800
    Sito web
  • Ristorante Camponeschi

    Affacciato su Piazza Farnese, è uno dei locali più esclusivi di Roma, abitualmente frequentato dal jet set internazionale. La cucina, a base di pesce, carne o cacciagione, è frutto dell'incontro tra l'eccellenza degli ingredienti e la fantasiosa maestria degli chef. Nella carta dei vini spiccano le etichette prodotte da Camponeschi in vigneti di proprietà.
    Piazza Farnese, 50 - Tel: 0039066874927
    Sito web
  • Antica Pesa

    Nel centro storico di Roma, dal 1922 propone cucina romana di alto livello. Le ricette della miglior tradizione romanesca rivisitate e attualizzate dallo Chef Simone Panella si ispirano ai grandi classici come le Mezze maniche all’amatriciana, gli Spaghetti cacio e pepe e gli Spaghetti alla carbonara o danno il là a piatti originali e raffinati come la Pasta e fagioli con frutti di mare di Terracina e pomodori confit o il Millefoglie di porchetta d’Ariccia con mozzarella, indivia e salsa alle pere. La splendida cantina sotterranea, premiata con diversi riconoscimenti, ospita oltre 300 etichette di vini italiani ed esteri.
    Via Garibaldi, 18 - Tel: 0039065809236
    Sito web
  • Il Convivio Troiani

    Nel cuore di Roma, a due passi da Piazza Navona, questo raffinato ristorante accoglie i suoi ospiti con la cucina dal gusto antico e dalle forme contemporanee opera dello chef Angelo Troiani. I fiori di zucca e borragine in pastella, il fegato grasso d’oca al torcione in crosta di fichi secchi moscioni, pistacchi di Bronte, pan brioche al rosmarino, lo stinchetto di agnello da latte della campagna laziale con salsa di tartufo nero e carciofo dalla romana alla Giudia o la coda di bue alla vaccinara disossata “nuova maniera” con puré di sedano rapa: queste alcune delizie del menù Torriani.
    Vicolo dei Soldati, 31 - Tel: 003906 6869432
    Sito web
  • Papetto

    Nella quieta zona di Monteverde, questo ristorante mette nei suoi piatti tutta la passione per il mare e la buona cucina. Chef di rango e un’accogliente conduzione familiare sono il segreto di Papettoe e dei suoi delicati menù: antipasti generosi con assaggi di ostriche, polipetti al sugo e cannolicchi gratinati, primi squisiti come i tagliolini all’astice e i ravioli di magro in salsa di salmone fino alle grigliate di pescato freschissimo e alla profumata frittura di calamari. Dulcis in fundo, un sorbetto al limone preparato alla Papetto maniera.
    Circonvallazione Gianicolense, 91 - Tel: 0039065376668
    Sito web
  • Centrale Ristotheatre

    Aperto in un antico teatro di Roma, appena dietro Piazza Venezia, è il “ristoteatro”, dove, deliziando il palato con cene dal gusto sopraffino si assiste a spettacoli di varietà. Un connubio tutto romano di teatralità e sapori recuperati dalla tradizione più autentica. Speciali i primi: i tonnarelli cacio e pepe serviti in un cestino di pecorino, i tagliolini con frutti di mare e zafferano e le orecchiette con broccoli e pecorino di fossa. Imperdibile il filetto di manzo ai tre pepi.
    Via Celsa, 6 - Tel: 0039066780501
    Sito web
  • Casina Valadier

    Domina il punto più alto del Pincio, nel cuore di Villa Borghese e deve il suo nome all'architetto romano Giuseppe Valadier che la progettò negli anni ’20, quando era uno dei locali più trendy di Roma. Di qui sono passati uomini che hanno fatto la storia del mondo come Gandhi e Re Farouk. Oggi, a fianco al ristorante e alle terrazze che l’hanno resa celebre, la Casina intrattiene i suoi ospiti anche nella caffetteria in giardino, nell’elegante vineria allestita nella Sala Romana e nel bar al primo piano, dove si degustando aperitivi e cocktail “con vista”.
    Piazza Bucarest - Tel: 00390669922090
    Sito web

Nightlife & Attrazioni

Di notte Roma si accende di vita e voglia di divertirsi. I luoghi di ritrovo sono molti e ce n'è per tutti i gusti e i desideri. Da Campo de' Fiori a Trastevere. Da San Lorenzo ai quartieri Ostiense e Testaccio, fino ai parchi e alle grandi ville che fanno da cornice alla grande estate romana.

  • Divertimento Ostiense, mondanità a Campo de’ Fiori, ritrovo a Trastevere e nel rione Testaccio...

    Il divertimento romano, dal tramonto all’alba, si muove e si vive nei quartieri e nelle piazze. Per trovarlo e condividerlo, l’unica è esplorarlo
    Sito web
  • Alexanderplatz

    Jazz club storico, la sua fama è legata all'intensa e apprezzatissima attività concertistica che lo ha visto protagonista anche di grandi Jazz Festival. Ambiente caldo e mitteleuropeo con i muri graffitati e firmati dai più prestigiosi jazzisti internazionali. Sul suo palco hanno suonato Benny Golson e Chet Baker, Franco D’Andrea e Enrico Pieranunzi. La rivista americana Down Beat l’ha annoverato tra i migliori Jazz Club al Mondo.
    via Ostia, 9 - Tel: 00390658335781
    Sito web
  • Micca Club

    In pieno rione Esquilino si trova questo originale laboratorio musicale, forte di una propria etichetta discografica, di una radio on line e di una testata free press. Più che un locale, una fucina di idee e iniziative portate avanti con grintosa passione. Chi entra al Micca, può scegliere fra tre ampi bar, un palco per concerti dal vivo, una pista da ballo retro-illuminata, un percorso per le mostre d'arte, una comoda zona lounge e un'area fumatori. Aperto dalle 19 fino a notte fonda.
    Via Pietro Micca, 7 - Tel: 00390687440079
    Sito web
  • Piper club

    17 febbraio 1965, ovvero 50 anni fra tre anni. Mezzo secolo di musica e divertimento che ha reso il Piper un fenomeno di costume e un’icona dello svago romano. Una storia segnata alle pareti da opere di Warhol, Schifano, Piero Manzoni e di Mario Cintoli, scandita, sul palco, dagli eroi della beat generation italiana tra cui l'Equipe 84, i Dik Dik, Renato Zero, Gabriella Ferri, Rita Pavone, ma sopra tutti e tutte la Piper girl Patty e la leggendaria Caterina Caselli. Dal 2006 i concerti sono tornati ad animare le serate del Piper Club. Il successo dura ancora, anche grazie alla bravura di Niccolò Fabi, i Tiromancino e Giuliano Palma con i suoi Blue Beaters.
    Via Tagliamento, 9 - Tel: 0039068555398
    Sito web
  • Mate Bar

    Si scrive M8te, si pronuncia meit. È uno dei locali più gettonati di Trastevere. Due piani: uno dove si mixano cocktail e dj set e calamitano gran parte della movida trasteverina, l’altro più soft e riservato dove degustare un long drink al riparo dai nottambuli più scatenati. Due anime per un locale dove si possono organizzare feste di sicuro successo sia per la qualità dell’offerta bar sia per la cordialità di chi te li serve. Da non perdere il Magners, dedicato a tutti gli amanti del sidro.
    Via Benedetta, 17 - Tel: 00390658331645
    Sito web
  • Ponte Milvio

    Noto anche come ponte dei lucchetti dell’amore, questo antico ponte sorse lungo il percorso delle vie Flaminia e Cassia, come via obbligata in direzione nord. Oggi è uno dei punti di incontro più animati della movida romana più giovane e trendy. La prima e la terza domenica del mese fa anche da sfondo al principale mercato antiquario: Anticaglie a Ponte Milvio.
  • Gilda

    1987: vicino a Piazza di Spagna apre un discoclub dall’aria chic con tanto di selezione all’ingresso. Da subito diventa il luogo di ritrovo di atleti, personalità del cinema e della TV. Feste dopoteatro, sfilate di moda e party spettacolari: questo è il Gilda. Il salotto mondano delle notti romane.
    Via Mario de' Fiori, 97 - Tel: 0039066784838
    Sito web
  • Akab

    È il 5 Dicembre 1992 e in una ex falegnameria nell’ancora poco nota via di monte Testaccio, apre questo locale intitolato al capitano Achab e alle sue eroiche gesta narrate in Moby Dick. Nel 1994 il locale prende spunto dai ai live club londinesi e diventa teatro di grandi eventi musicali, con l’esibizione di artisti di livello come Vinnie Colaiuta, Lucio Dalla, Heart Wind and Fire, Sarah Jane Morris, … Sempre affollato, questa disco sui generis vive su due piani: al terreno commerciale, house e musica dal vivo; al primo r’n'b e hip hop.
    Via di Monte Testaccio 68 - Tel: 00393924231245
    Sito web
  • Saponeria Club

    Prende il nome dall’antica fabbrica di sapone, nel quartiere Ostiense, dentro cui viene allestita a metà degli anni’ 90. I suoi 350 metri quadri ospitano fino a un massimo di 800 persone, distribuibili fra spazio pista e particolari angoli privè.
    Via degli Argonauti, 20 - Tel: 0039065746999
    Sito web
  • BIG MAMA

    Punto di riferimento musicale dal 30 marzo 1984, il Big Mama vince per la programmazione artistica di livello, selezionata per qualità e varietà. Re indiscusso del locale è il blues che ogni tanto concede degli intervalli alle sonorità jazz, rock, etno e alla musica d’autore. Tra concerti e talent scouting, da oltre 25 anni, qui va in scena la Buona Musica.
    Vicolo San Francesco a Ripa 18 - Tel: 0039065812551
    Sito web

Shopping

Fare acquisti nella capitale è un modo per conoscerla più da vicino e entrare in relazione con i suoi abitanti. Dalle griffe delle vie del centro alle zone con negozi accessibili ai più giovani. Dai quartieri delle gioielliere artigiane alle strade dell’antiquariato, dell’arredamento e dei librai. Caratteristici anche i mercatini, Porta Portese è il più famoso. 

  • Le vie del lusso

    Da piazza di Spagna, lungo Via del Corso, Via Condotti, Via Borgognona e Via Frattina: qui, nel centro storico, si trovano le vetrine dell’alta moda italiana. Tra stradine medievali e palazzi rinascimentali, la passeggiata porta agli showroom degli stilisti di maggior fama, da Ferragamo a Bulgari, dal sarto maschile Battistoni alle sorelle Fendi, da Armani a Versace fino a Laura Biagiotti.
  • La moda uomo

    Camicerie e negozi da uomo si concentrano fra Via del Gambero e Via delle Carrozze. Una tappa consigliata è l’antico negozio di cappelli dei Fratelli Vigano, in via Minghetti 7, aperto dal 1873.
  • Lo shopping ‘giovane’

    Sport e abbigliamento di tendenza dedicato ai più giovani: questa l’offerta della zona meno esclusiva di Via del Corso, che collega Piazza del Popolo a Piazza Venezia.
  • Creatività e antichità orafe

    Via Bocca di Leone, via Mario dei Fiori, Via della Vite e i vicoli del quartiere Monti: sono gli indirizzi per gli appassionati di arte e artigianato orafo. Su queste strade affacciano le migliori botteghe di gioielli antichi, etnici e ricercati.
  • La zona antiquaria

    Chi ama l’antiquariato deve dirigersi, sicuro, verso Via dei Coronari, Via Margutta, Via del Babuino, Via del Pellegrino e Via Giulia. I più bei negozi di antiquariato e arte si trovano in quest’area costellata di chiese, palazzi sontuosi e scorci da sogno, si snodano. Fino agli anni '60 molti pittori avevano il proprio studio in via del Babuino e via Margutta. Quegli studi, oggi, sono eleganti gallerie d'arte e negozi di antichità. Gli antiquari più informali si ritrovano a Via Panisperna, nel rione Monti, e fanno nei mercatini, come quello domenicale dedicato alle stampe d’epoca vicino a Via del Corso, in Piazza Fontanella Borghese.
  • Vintage e modernariato

    Basta arrivare in Via del Governo Vecchio per entrare in boutique e piccoli negozi senza insegna che offrono capi e oggetti originali degli anni più cool del secolo scorso. I più noti sono Arsenale, Mado, Jade & More, Tempi Moderni, Indecoroso, Vestiti Usati Cinzia e Maga Morgana. Una miniera d’oro per chi adora la moda anni ’70 o giù di lì!
  • Campo de’ fiori

    Si svolge qui, dal lunedì al sabato, dall’alba alle 14, il mercato delle primizie più pittoresco della città. Bancarelle che invitano all’acquisto con cesti colmi di verdure e frutta di stagione, legumi secchi e freschissime insalate dell’orto. Rinomate, in questo angolo di autentica romanità, anche le botteghe di artigiani che, ancora oggi, lavorano il vimini a mano, impagliando sedie, ceste e creando oggetti con inimitabile maestria.
  • Esquilino multietnico

    Un mercato dove si incontrano culture e cibi di ogni parte dle mondo. Qui, a fianco alla produzione nostrana di carciofi, cicoria, olive, si trovano facilmente materie prime di paesi lontani irreperibili in qualsiasi altra zona di Roma. Un esotico mix di aromi e colori per chi ama assaggiare specialità di tutti e 5 i continenti!
  • San Lorenzo

    Quartiere universitario, San Lorenzo è ambita meta di shopping per gli appassionati di design, opere d’arte e d’artigianato, frutto della creatività degli artisti di quartiere, che espongono le loro ideazioni nelle vetrine o per strada.
  • Porta Portese

    La domenica l’appuntamento più romano che c’è è al mercato di Porta Portese. Una folla vivace e divertita gira fra le bancarelle dell’usato e delle novità in cerca dell’impossibile e dell’irreperibile. Il bello è che, di solito, lo trova!
  • Trastevere

    Anche la zona oltre il fiume Tevere è una buona meta per lo shopping nella capitale. Con le sue piccole boutique, originali negozi di arredamento e accessori e le librerie a tema. Da non perdere la profumeria di Via della Lungaretta, con le sue selezionatissime fragranze, introvabili altrove.
  • Mercato dei fiori

    Aperto solo il martedì dalle 10 alle 13, in Via Trionfale, 45, è il mercato rionale più odoroso e fiorito di Roma. Puntualmente affollato, è un richiamo irresistibile per tutti i romani e la ressa, a volte, è tale che bisogna servirsi da soli e indovinare quanto si deve pagare! La cosa più difficile, spesso impossibile, è riuscire a tornare a casa!

Destinazioni Mice